MENU

Museo della Tornitura del legno e tradizione dei casalinghi nel VCO

All’interno del Comune di Pettenasco, dove la nostra azienda è situata, vi è il museo dell’Arte della Tornitura del legno. La struttura ha trovato recentemente sede nell'antica torneria posta sulla Roggia Molinara, non prima di essere stata oggetto di un profondo e accurato piano di recupero e restauro, grazie al quale oggi si possono offrire ai visitatori interessanti spunti di riflessione sugli attrezzi, utensili, macchinari ed oggetti provenienti dalle vecchie fabbriche. Il museo è parte integrante dell'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone, un progetto che ha visto la luce grazie ai fondi stanziati dalla Regione Piemonte (L.R. 31/95): i contributi economici hanno infatti agevolato la creazione di una fitta rete di collaborazioni tra le Pro loco, i Musei e gli Enti turistici locali permettendo la nascita, appunto, degli Ecomusei. Ad oggi, il recupero della cultura materiale e delle antiche tradizioni, con le conseguenti modificazioni paesaggistiche del territorio, possono essere considerati gli obiettivi, felicemente conseguiti, di questo modello di offerta culturale.

In particolare, la tradizione del Museo della Tornitura del legno, ebbe inizio nella seconda metà dell’800, quando gli antichi mulini ad acqua, alimentati dalla Roggia Molinara derivata dal Pescone, vennero trasformati in fabbriche per la tornitura del legno, sfruttando proprio la forza idraulica.  Qui, gli abili tornitori, definiti con il termine dialettale “gratagamul” – grattugia tarli -  producevano oggetti in legno prevalentemente destinati all’uso domestico (dai cucchiai ai componenti per la costruzioni di mobili). L'energia idraulica, poi, sostituirà quella elettrica e nuovi oggetti verranno prodotti come giocattoli, manichini e mobili fino agli anni ’70 gettando così le basi per un più ampio distretto della produzione moderna dei casalinghi, nella vicina zona del Verbano Cusio Ossola.

Il distretto negli anni, con la sua elevata specializzazione, è diventato il punto di riferimento industriale per la realizzazione di manufatti/utensili per la cucina e la tavola (pentole, posateria, accessori), scrivendo, di fatto, la storia del design mondiale dell’ultimo secolo. La produzione è concentrata, prevalentemente, su manufatti ed utensili in metallo, per la cucina e la tavola ed i principali attori economici sono alcune grandi imprese intorno alle quali gravitano piccole e piccolissime imprese, spesso familiari. Dalle ultime ricerche il VCO si posizionerebbe come leader del settore, con il 27% della produzione nazionale di pentole in acciaio e con quasi il 50% della produzione nazionale di oggetti in legno per la cucina.