MENU

Come mantenere funzionali i vostri oggetti di legno

come-mantenere-funzionli-oggetti-legno

Il legno è uno dei materiali più difficili da pulire ma è anche il materiale che altera meno il sapore degli alimenti. Gli utensili in metallo, infatti, tendono nel tempo a rilasciare molecole che alterano il sapore delle pietanze. Oltre che ottimale al fine di conservare il sapore originale degli alimenti, il legno è capace di fornire risultati eccellenti in termini di estetica e design dell’utensile, conservando quel tocco rustico degli oggetti di una volta, ma applicato alle più innovative tecniche di produzione. Gli oggetti in legno sono resistenti, raramente soggetti a rottura, ma in qualche modo più propensi ad usura e a contaminazione da parte di agenti batterici.

Per garantire quindi ai vostri oggetti una lunga vita, basterà lavarli con poco sapone neutro per piatti e acqua calda (mai in lavastoviglie), avendo cura di procedere con una rapida asciugatura. Le fibre del legno, infatti, potrebbero essere compromesse dall’umidità persistente: non lasciate, ad esempio, i vostri oggetti in legno a scolare nel porta posate o addirittura immersi nella vaschetta del sapone! Per i taglieri, spesso i più utilizzati tra gli utensili da cucina, occorrono delle piccole attenzioni in più, anche in considerazione del fatto che spesso tendiamo ad utilizzarli come base per tagliare di tutto, dalle verdure alle carni fino al pesce. Il consiglio sarebbe sempre quello di utilizzare un tagliere per ogni uso: uno per la carne ed uno il pesce, ad esempio.

Tuttavia, se non desiderate occupare troppo spazio nei vostri ripostigli, un po’ di aceto bianco o del succo di limone saranno sufficienti per svolgere una blanda azione disinfettante, ma soprattutto “anti odore”; ancor meglio se alla miscela viene aggiunto un po’ di sale per sfregare meglio la superficie. Per una cura ottimale è comunque consigliabile ungere il legno, di tanto in tanto, con dell’olio minerale (per uso alimentare) avendo cura, prima dell’applicazione, di asciugarlo accuratamente.

L’utensile in legno è quindi bello da vedere e vi ripaga nell’uso quotidiano, ma è sempre bene ricordare che, come ogni composto organico, è purtroppo soggetto all’azione di germi, batteri o muffe. Quindi, se ci capita di ritrovare vecchi taglieri, mestoli o cucchiai, dimenticati da parecchio tempo, è consigliabile non utilizzarli: potrebbero essere ormai irrecuperabili ed un tentativo di disinfezione/pulizia potrebbe non essere sufficiente, non vale la pena rischiare la nostra salute.